martedì 2 marzo 2010

Douglas Adams - Guida Galattica Per Gli Autostoppisti

Quando fantascienza, houmor, demenzialità e genialità si fondono esce fuori questo libro particolarissimo, dal quale ultimamente è stato tratto anche un film. Douglas Adams scrive un'opera (in realtà nasce come programma radiofonico) dove si prende in giro la fantascienza e la psiche umana...dando un'occhiata tra una risata ed un'altra all'amicizia e al destino. Un'opera, comunemente identificata come una trilogia in cinque parti, che ogni amante della fantascienza nn può perdersi :). Datevi alla lettura di questa serie e mi raccomando, nn dimenticate l'asciugamano!

Di seguito dal capitolo 1 del primo volume:

Lontano, nei dimenticati spazi non segnati nelle carte geografiche dell'estremo limite della Spirale della Galassia, c'è un piccolo e insignificante sole giallo. A orbitare intorno a esso, alla distanza di centoquarantanove milioni di chilometri, c'è un piccolo, trascurabilissimo pianeta azzurro-verde, le cui forme di vita, discendenti dalle scimmie, sono così incredibilmente primitive che credono ancora che gli orologi da polso digitali siano un'ottima invenzione.

Nessun commento:

Posta un commento