venerdì 26 febbraio 2010

James Rollins - La Città Sepolta

Oggi vi parlo di James Rollins, il mio scrittore preferito per quanto riguarda il genere avventuroso e d'azione. Il suo modo di scrivere è coinvolgente e una volta iniziato un suo libro non vi molla più fino alla fine. I personaggi sono ben caratterizzati e le trame sono originali. Insomma iniziate subito a leggerlo, ne vale sicuramente la pena!

Il libro che vi consiglio per iniziare è La Città Sepolta e di seguito trovate la trama:

Londra. L'esplosione che ha distrutto l'Ala Kensington del British Museum sembra non avere mandanti. Le organizzazioni terroristiche mondiali appaiono sconcertate al pari delle autorità governative. Perché colpire un grandioso monumento culturale in una città così importante e poi non rivendicare l'attentato? Ma si tratta veramente di un attentato?
Deserto Arabico. Per generazioni, la famiglia di Lady Kara Kensington si è dedicata ad arricchire di preziosi manufatti arabi l'ala del British Museum che porta il suo nome. Adesso però Kara ha un nuovo obiettivo: scoprire chi ha ridotto in polvere il sogno dei suoi antenati e il suo sogno di archeologa. E le tracce puntano tutte verso Ubar, la leggendaria città della regina di Saba. Però Ubar non esiste, perché, come ancora raccontano i beduini, è stata spazzata via da una tempesta di sabbia…
Washington. Painter Crowe, agente segreto della Sigma, accetta l'incarico di scoprire chi ha provocato la terribile esplosione di Londra. Sebbene armato di strumenti tecnologici all’avanguardia, Painter si rende subito conto che ci vorrà ben altro per arrivare alla radice
del mistero. Perché esso è legato al deserto e alla regione del Rub al-Khali, dove, forse, è rinata Ubar, l'Atlantide della Sabbia.

Se volete seguire James Rollins, lo trovate sia su Facebook che sul suo sito ufficiale: www.jamesrollins.com. In Italia i suoi libri sono attualmente editi da Editrice Nord (http://www.editricenord.it)

1 commento:

  1. Sembra interessante e potrebbe valere la pena di leggerlo, magari come ho un po' di tempo libero gli do uno sguardo.

    RispondiElimina